Seminario internazionale - Dispositivi antisismici per Impianti Petrolchimici in aree a rischio
- Comunicato ENEA

[ Vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi e contenuti:
Menu di servizio per contatti e mailing list;
Menu delle aree del sito per la stampa;
Contenuti
Informazioni sul sito

[ Torna inizio pagina ]

[ Torna inizio pagina ]

Sei in: Home contiene Comunicati stampa contiene Seminario internazionale - Dispositivi antisismici per Impianti Petrolchimici in aree a rischio

COMUNICATI STAMPA

Seminario internazionale - Dispositivi antisismici per Impianti Petrolchimici in aree a rischio

COMUNICATO STAMPA


Seminario internazionale
Dispositivi antisismici per Impianti Petrolchimici in aree a rischio
BOLOGNA - 31 AGOSTO 2005
Centro Ricerche ENEA di Bologna - Via Martiri di Monte Sole n. 4

L'ENEA organizza presso il proprio Centro Ricerche di Bologna un seminario internazionale per presentare i dispositivi più innovativi sviluppati per l'isolamento sismico degli impianti petrolchimici.

Tali dispositivi sono stati sviluppati nell'ambito di un progetto comunitario, denominato INDEPTH*, che ha permesso di condurre studi sull'impiego di tecnologie di isolamento sismico e di dissipazione energetica nelle strutture critiche degli impianti petrolchimici, per mitigare gli eventuali effetti conseguenti a fenomeni sismici, soprattutto per quegli impianti situati in aree ad alta sismicità, molto numerosi in Europa e, particolarmente, in Italia.

Il progetto si è focalizzato in particolare sui serbatoi che costituiscono una delle strutture più critiche degli impianti petrolchimici: eventuali danni a carico dei serbatoi possono infatti avere pericolose conseguenze sui lavoratori, sulla popolazione e sull'ambiente. Le tecnologie di protezione sismica messe a punto per i serbatoi, in particolar modo per quelli sferici, potranno essere previste fin dalle fasi di progettazione nella costruzione di strutture petrolchimiche, ma potranno essere applicate anche a quelle già esistenti con appropriati lavori di adeguamento antisismico.

In occasione del Seminario esperti nazionali ed internazionali, oltre ad analizzare le realtà degli impianti petrolchimici, illustreranno i vari aspetti di ricerca sviluppati nell'ambito del Progetto INDEPTH, miranti ad eliminare o limitare, quanto più possibile, i danni derivanti da un sisma.

Al Progetto Comunitario INDEPTH danno vita, oltre all'ENEA, le Società CESI Area ISMES - Seriate (BG), FIP Industriale - Selvazzano (PD), Hellenic Petroleum (Grecia), IWKA BKT GmbH (Germania), MMI Engineering (Gran Bretagna), PRINCIPIA Ingenieros Consultores S.A. (Spagna) e le Università di Patrasso (Grecia) e BOKU - Institut for Structural Engineering di Vienna (Austria).
Il seminario aprirà i lavori il 31 agosto, alle ore 9,30. Il 1 settembre avrà luogo una visita tecnica presso la Ditta FIP Industriale - Selvazzano.

Interverranno al Seminario:
Massimo Forni e Alessandro Poggianti - ENEA;
Fabrizo Gatti - CESI; Maria Crespo e Joaquin Marti` - PRINCIPIA (Spagna);
Paul Summers - MMI Engineering (Gran Bretagna);
Alfred Strass - BOKU - Institut for Structural Engineering di Vienna (Austria);
Stelios Triantafillou - Hellenic Petroleum (Grecia).
Il Ministero Attività Produttive ha patrocinato il seminario.

 

* INDEPTH - Development of INnovative DEvices for Seismic Protection of PeTrocHemical Facilities - Programma di Ricerca e Sviluppo Sostenibile della Commissione Europea – Direzione Generale della Ricerca.

Bologna, 29 Agosto 2005

[ Torna inizio pagina ]

2002/2008 - Powered by ENEA INFOUTE & RESUSMEDIA & RESRELCOM