Eolico o solare fotovoltaico? Trebbiano o chardonnay?
A dire cosa conviene scegliere è un sofisticato software - Comunicato ENEA

[ Vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi e contenuti:
Menu di servizio per contatti e mailing list;
Menu delle aree del sito per la stampa;
Contenuti
Informazioni sul sito

[ Torna inizio pagina ]

[ Torna inizio pagina ]

Sei in: Home contiene Comunicati stampa contiene Eolico o solare fotovoltaico? Trebbiano o chardonnay?
A dire cosa conviene scegliere è un sofisticato software

COMUNICATI STAMPA

Eolico o solare fotovoltaico? Trebbiano o chardonnay?
A dire cosa conviene scegliere è un sofisticato software


È possibile sapere con un margine di errore dell’1% se in una determinata area conviene installare un impianto eolico o uno fotovoltaico, oppure se su quel campo cresce meglio lo chardonnay o il trebbiano, e ancora cosa è meglio fare per risparmiare energia in casa. Un software realizzato nei laboratori del Centro Ricerche ENEA di Frascati permette oggi di calcolare con crescente precisione l’efficienza energetica di impianti rinnovabili o comprendere quale territorio è più adatto per il suo microclima a produzioni agro-alimentari di qualità.

Il software - basato su algoritmi sofisticati ma destinato a essere uno strumento di pianificazione indispensabile e rivoluzionario per la programmazione delle aziende e delle amministrazioni pubbliche, oltre che per tutti i cittadini - viene presentato mercoledì 24 marzo alle ore 16 a Grottaferrata, durante l’incontro “Il territorio vitivinicolo alle porte di Roma, la scienza e la tecnologia per uno sviluppo sostenibile”. L’evento è organizzato da Frascati Scienza all’interno della Fiera di Grottaferrata (giunta alla sua 410^ edizione). Il ricercatore dell’ENEA Andrea Forni presenterà i risultati di uno studio per l’applicazione sperimentale di strumenti ad alta innovazione tecnologica per la  pianificazione di piani di sviluppo rurale sostenibili e per la qualità del settore agroalimentare.

“I comuni  tools commerciali di valutazione dell’efficienza energetica possono presentare errori compresi tra il 4 e il 5%, mentre il sistema messo a punto dall’equipe ENEA presenta un margine del solo 1%- spiega Andrea Forni- È evidente che questo dato può avere un’importante ricaduta economica e indirizzare in campo eolico, microvoltaico, solare fotovoltaico e biomasse, scelte sempre più efficaci e sostenibili sul territorio”.

La tecnologia offre insomma la possibilità di una maggiore correttezza nella valutazione costi benefici al momento di investire in rinnovabili. E non solo, le indicazioni sono georeferenziate, riferite cioè esattamente al luogo dove si vuole situare l’impianto o l’edificio. “Molti considerano le città ad esempio come delle indifferenziate isole di calore- aggiunge Forni- ma non è così. Un edificio che presenta le stesse caratteristiche tecniche può avere rendimenti energetici molto diversi a seconda del suo posizionamento nelle diverse zone di uno stesso centro abitato. E questo dipende da fattori fisici precisi che consentono di calcolare, attraverso uno specifico algoritmo di calcolare produzione energetica ed efficienza con una precisione di gran lunga superiore che in passato”.
Il sistema è applicabile anche in agricoltura dove possono essere analizzati nel dettaglio, ad esempio, i fattori che determinano il microclima perfetto per la produzione di un grande vino o altre produzioni agroalimentari pregiate. Uno dei territori interessati dal progetto in questione è quello del Gruppo di azione locale (GAL) del Parco delle Madonie (Palermo), caratterizzato da un patrimonio culturale e naturale di elevato interesse. Lo studio ha evidenziato come, attraverso la messa a disposizione in loco di strumenti ad alta innovazione tecnologica di supporto alla pianificazione, si possa contribuire alla riqualificazione diffusione delle potenziali di un  territorio, in linea con i rapidi processi di modificazione dei mercati e dell’uso dell’energia.

Frascati Scienza, l’Associazione nata all’interno del polo scientifico internazionale dell’area tuscolana dove lavorano e vivono più di 3000 ricercatori, raccoglie un’importante storia di scoperte e personalità di fama mondiale. In occasione della Fiera di Grottaferrata ha curato l’allestimento di una mostra dedicata a tradizione e innovazione. Lo stesso giorno alle ore 16.00 saranno presentati anche gli interventi su stazioni meteo e previsioni agrofenologiche, previsioni meteorologiche ad alta risoluzione e lo studio di atmosfera e clima tra città e campagna.

Di seguito il programma dettagliato:

FIERA DI GROTTAFERRATA
24 Marzo ore 16.00 - Seminario scientifico
Il territorio vitivinicolo alle porte di Roma, la scienza e la tecnologia per uno sviluppo sostenibile
Programma:
16.00 - Maurizio Severini (Uni Tuscia) - Stazioni meteo e previsioni agrofenologiche
16.45 - Nicola Caporaso (Uni Roma Sapienza) - Previsioni meteo ad alta risoluzione
17.30 - Gianluca Liberti (CNR) - L'osservatorio per lo studio dell'atmosfera e del clima tra città e campagna
18.15 - Andrea Forni (ENEA) - Analisi GIS per uno sviluppo agricolo sostenibile
19.00 – David Sepahi H. (FC consulting) e Fabrizio Santarelli (Castel de Paolis) - Applicazioni RFID nella filiera vitivinicola
19.45 – Degustazione vino Frascati Castel de Paolis

Partner istituzionali di Frascati Scienza:
ASI – Agenzia Spaziale Italiana; CNR - Centro Nazionale delle Ricerche; ENEA - Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente; ESA-ESRIN - European Space Agency; INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica (Osservatori Astronomico di Roma, laboratori dell’ISFI e dello IASF); INFN - Istituto Nazionale di Fisica Nucleare; INGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; Università degli studi di Roma “Tor Vergata”; Comune di Frascati, Associazione Tuscolana di Astronomia; Associazione Eta Carinae; Provincia di Roma; Regione Lazio; XI Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini; Parco Scientifico Romano; Fondazione TELETHON; COPIT

Per ulteriori informazioni:
Paola Richard, Silverback‐ Greening the Communication, p.richard@silverback.it, mobile 366 1645501
Elisabetta Pasta, Ufficio Stampa ENEA, uffstampa@enea.it, tel. 06 36272806
Giovanni Mazzitelli, Frascati Scienza/INFN, giovanni.mazzitelli@frascatiscienza.it, mobile 347 2429471

Frascati (RM), 24 Marzo 2010

[ Torna inizio pagina ]

2002/2008 - Powered by ENEA INFOUTE & RESUSMEDIA & RESRELCOM