Qualificare le imprese italiane nell’industria elettrica-nucleare - Comunicato ENEA

[ Vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi e contenuti:
Menu di servizio per contatti e mailing list;
Menu delle aree del sito per la stampa;
Contenuti
Informazioni sul sito

[ Torna inizio pagina ]

[ Torna inizio pagina ]

Sei in: Home contiene Comunicati stampa contiene Qualificare le imprese italiane nell’industria elettrica-nucleare

COMUNICATI STAMPA

Qualificare le imprese italiane nell’industria elettrica-nucleare
Seminario di EnergyLab in collaborazione con Enea


Milano, 2 luglio 2010 –  Attualmente nel mondo sono in fase di progettazione e costruzione 50 nuovi impianti elettronucleari; altri 60 saranno avviati nei prossimi anni. Oltre cento gli imprenditori di medie imprese interessati a diventarne fornitori. Un’opportunità straordinaria per l’industria nazionale, assai qualificata e competente per lavorazioni di alta precisione e qualità.

In Italia esistono laboratori ed enti di ricerca in grado di accompagnare le aziende nei percorsi di formazione e certificazione delle proprie attività ed avvicinarle alle grandi industrie internazionali che oggi realizzano i reattori nucleari e alle Utility che le commissionano.

Se ne è parlato oggi al Politecnico di Milano, nel seminario “Nucleare: qualifica delle imprese”, organizzato da ENEA e dalla Fondazione EnergyLab.

Il Commissario dell’ENEA Giovanni Lelli ha evidenziato che “nel suo ruolo di Agenzia, l’ENEA e le proprie partecipate mettono a disposizione delle imprese operanti nel settore nucleare le proprie competenze e i propri impianti sperimentali,  alcuni dei quali sono unici in Italia e tra i pochi in Europa, per la qualificazione dei sistemi e dei componenti; come  previsto dalla normativa le relative prove sono indispensabili per l’utilizzo di tali sistemi e componenti nella realizzazione in sicurezza delle centrali nucleari.”

Il Presidente di Energy Cluster e Coordinatore del Club dei 15 di Confindustria Alberto Ribolla,  ha sottolineato che “L’impiantistica italiana è di assoluta eccellenza e tramite la qualificazione delle sue imprese può e deve essere in grado di cogliere le opportunità del mercato nazionale ed internazionale. Le Aziende - ha aggiunto - sono pronte ad investire sul processo di qualificazione e certificazione nucleare”.

A tal proposito Marco Ricotti, docente di impianti nucleari al Politecnico di Milano e componente del Comitato Scientifico di EnergyLab, ha descritto il nuovo laboratorio del Dipartimento di Energia nel campus di Bovisa per un investimento di oltre 12 milioni di euro”.

L'opzione nucleare – ha concluso il Sottosegretario al Ministero per lo Sviluppo Economico Stefano Saglia - consentirà al nostro Paese di produrre energia elettrica a costi bassi e stabili. Inoltre, una volta in produzione, permetterà di bilanciare gli incentivi a quelle fonti rinnovabili che non avranno ancora raggiunto le condizioni di equilibrio economico al di fuori del sistema di incentivi pubblici"

Per informazioni:

Fondazione EnergyLab
Francesca Martinelli tel: 02 7720 4139 – mob: +39 333 6195471 francesca.martinelli@energylabfoundation.org

EnergyLab è una Fondazione no-profit che si propone di promuovere ricerca, sviluppo e divulgazione nel settore dell’energia e dell’ambiente. Sono partner fondatori la Regione Lombardia, le cinque Università milanesi (Università Cattolica del Sacro Cuore, Politecnico di Milano, Università Commerciale L. Bocconi, Università degli Studi di Milano ed Università degli Studi di Milano-Bicocca), la Fondazione Aem, la Fondazione Edison, ERSE e il Comune di Milano.

Milano, 02 Luglio 2010

[ Torna inizio pagina ]

2002/2008 - Powered by ENEA INFOUTE & RESUSMEDIA & RESRELCOM