L'ENEA nel comparto RICERCA - Comunicato ENEA

[ Vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi e contenuti:
Menu di servizio per contatti e mailing list;
Menu delle aree del sito per la stampa;
Contenuti
Informazioni sul sito

[ Torna inizio pagina ]

[ Torna inizio pagina ]

Sei in: Home contiene Comunicati stampa contiene L'ENEA nel comparto RICERCA

COMUNICATI STAMPA

L'ENEA nel comparto RICERCA
Approvazione CCNL, nomina del Direttore Generale e nuove attività internazionali


Con l'arrivo del Prof. Paganetto alla carica di Commissario Straordinario ENEA, l'Ente approva una serie di atti fondamentali per il suo funzionamento.

  1. A partire dal 2006, l'Enea sceglie di collocarsi nel comparto Ricerca. Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro a cui si fa riferimentoè quello “Istituzioni ed enti di ricerca e sperimentazione”. La nuova collocazione dell'Ente, è stata decisa in armonia con la legge di riforma dell'ENEA.
    E' stato approvato anche l'atto di indirizzo per il rinnovo del CCNL 2002-2005 che, essendo ormai in fase di scadenza, sarà rinnovato ancora con le vecchie procedure normative, ma tenderà a recepire alcune delle caratteristiche previste dal comparto Ricerca. Gli accordi raggiunti con la maggioranza delle OO.SS. hanno permesso di ristabilire un corretto e proficuo sistema di relazioni sindacali che trova riscontro nella risoluzione del contenzioso pregresso.
  2. Sono state approvate le modifiche al Regolamento di Organizzazione e Funzionamento dell'ENEA, apportate per rispondere alle sollecitazioni del Dipartimento della Funzione Pubblica e per rendere più chiaro il quadro organizzativo rispetto alle esigenze funzionali degli organi e delle attività dell'Ente.
    I cinque Dipartimenti dell'Ente assumono le seguenti denominazioni:
    • Dipartimento Fusione, Tecnologie e Presidio Nucleari;
    • Dipartimento Ambiente, Cambiamenti Globali e Sviluppo Sostenibile;
    • Dipartimento Tecnologie per l’Energia, Fonti Rinnovabili e Risparmio Energetico;
    • Dipartimento Tecnologie Fisiche e Nuovi Materiali;
    • Dipartimento Biotecnologie, Alimentazione e Protezione della Salute.
    Una ricognizione delle attività e dei progetti dell’Ente, già in corso con il contributo del Consiglio Scientifico, permetterà di realizzare un quadro conoscitivo dei punti di forza e di debolezza, per un ottimale sviluppo delle attività programmatiche.
  3. L'ing. Giovanni Lelli, già Direttore Generale facente funzioni, è stato nominato Direttore Generale.
  4. Sono stati avviati:
    1. Uno studio sul posizionamento competitivo (assessment) dei diversi settori dell’Ente, realizzato secondo l’approccio costi-benefici, anche con l’aiuto di esperti esterni all’Ente. L’obiettivo è di valutare per ciascun settore l’impegno di risorse umane e finanziarie insieme ai risultati ottenuti in termini di ricerca, brevetti, pubblicazioni e quant’altro utile a valutare le attività in essere.
    2. L’analisi del posizionamento internazionale delle attività di ricerca dell’Ente con il contributo di:
      • Odin Knudsen - Presidente del Carbon Finance Business della Banca Mondiale;
      • Angelo Airaghi - Membro dell’European Energy Advisory Group, Presidente del European Industrial Fusion Committee e Membro dell’Advisory Council for the Hydrogen and Fuel cells European Platform;
      • James Currie ¯ International Consultant and ex-Direttore Generale della D.G. Environment, European Commission
      • Umberto Finzi ¯ Adviser to the Director General at the E.C. for the ITER negotiation, Ex-Coordinator of the Energy, Environment and Sustainable Development Programme of the E.C.

Roma, 14 Ottobre 2005

[ Torna inizio pagina ]

2002/2008 - Powered by ENEA INFOUTE & RESUSMEDIA & RESRELCOM