“Urban mining” e riciclo di materie prime da rifiuti elettronici - Comunicato ENEA

[ Vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi e contenuti:
Menu di servizio per contatti e mailing list;
Menu delle aree del sito per la stampa;
Contenuti
Informazioni sul sito

[ Torna inizio pagina ]

[ Torna inizio pagina ]

Sei in: Home contiene Comunicati stampa contiene “Urban mining” e riciclo di materie prime da rifiuti elettronici

COMUNICATI STAMPA

“Urban mining” e riciclo di materie prime da rifiuti elettronici
Provincia di Roma, ENEA e Bioproject Group lanciano una proposta di investimento per l’area metropolitana di Roma


Il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ha aperto oggi il convegno “Tecnologie e strategie per una politica industriale sostenibile. Urban Mining e Riciclo delle materie prime. Una proposta per l’area metropolitana di Roma”, che si è tenuto presso la sede della Provincia di Roma, a Palazzo Valentini, organizzato in collaborazione con ENEA e Bioprojectgroup s.r.l.

Il convegno ha avuto lo scopo di approfondire la possibilità di realizzare nell’area metropolitana di Roma  impianti tecnologici per il recupero e riciclo di materie prime “strategiche” dai rifiuti da apparecchiature elettriche e elettroniche, detti RAEE, secondo il concetto del cosiddetto “Urban Mining”, che consente il recupero e il successivo reimpiego di materiali ad alta criticità e valore aggiunto quali  terre rare e metalli preziosi. Si tratta di un progetto che consente la chiusura del ciclo dei rifiuti per una categoria di prodotti il cui numero è in rapidissima crescita in tutto il mondo, nonché un  utilizzo sostenibile  di  materiali per i  quali si sta verificando un rapido aumento della domanda a livello europeo e mondiale, e una crescente importanza per il loro uso nel settore delle nuove tecnologie, quali ad esempio l’elettronica e la produzione di energia.

L’obiettivo è di attrarre nell’area territoriale romana, investimenti che possano favorire  una ripresa sostenibile dell’economia, un esempio concreto di Green economy, vale a dire una nuova fase dell’economia globale improntata  alla  sostenibilità sociale e ambientale.  
Per favorire il raggiungimento di questi obiettivi  si è creata una”sinergia virtuosa”  fra mondo delle istituzioni e mondo della ricerca.

La  Provincia di Roma  ritiene di fondamentale importanza per il proprio territorio l'adozione di strategie tese alla chiusura del ciclo dei rifiuti, così come si è già impegnata a fare attraverso la promozione di un modello virtuoso e innovativo di gestione dei rifiuti fondato sulla raccolta Porta a Porta che, in questi quattro anni, ha coinvolto 69 Comuni del territorio finanziati dalla Provincia di Roma per il passaggio al nuovo servizio di raccolta dei rifiuti, per una popolazione complessivamente coinvolta di circa 925.000 abitanti tra progetti finanziati e avviati, dei quali 450.000 già serviti dal nuovo servizio. La Provincia di Roma offre il proprio supporto  per affrontare  le complesse problematiche connesse alla realizzazione degli impianti per il riciclo dei RAEE per quanto riguarda gli aspetti urbanistici e normativi.

L’ENEA detiene le conoscenze scientifiche nell’applicazione delle tecnologie ambientali indispensabili per la realizzazione di tale  progetto, tecnologie intese in maniera sistemica, cioè comprendenti know-how, procedure organizzative e di gestione, e metodologie come la “simbiosi industriale”, cioè l’interfaccia che si viene ad instaurare tra due o più industrie, appartenenti anche a settori diversi, che sono interessate a uno scambio di ‘risorse’, che possono riguardare diversi  materiali, che per alcuni costituiscono dei rifiuti e per altri una materia prima seconda, nonché servizi e consulenze.
Questa iniziativa sarebbe la prima ad essere realizzata in Italia, costituisce un nuovo modello di sviluppo industriale sostenibile, che mette a sistema produttività, rispetto dell’ambiente, rilancio di un’occupazione qualificata, favorendo l’occupazione, un elevato livello di professionalità degli operatori e un elevato livello tecnologico delle imprese.

Hanno partecipato i maggiori operatori industriali e commerciali attivi a livello italiano ed europeo in questi settori.
Sono intervenuti: l’Assessore  all’Ambiente  della Provincia  di Roma,  Michele Civita; Danilo Bonato - Presidente Centro coordinamento RAEE;  Roberto Morabito - Direttore Unità Tecnica Tecnologie Ambientali ENEA, Edoardo Reviglio – economista;   Giorgio Ruffolo – economista; il il Sen. Roberto della Seta,  Edo Ronchi - Fondazione Sviluppo Sostenibile, Jacopo Fedi e Antonio Nobili -  Bioprojectgroup.

Nota tecnica

 

Roma, 20 Giugno 2012

[ Torna inizio pagina ]

2005/2008 - Powered by ENEA INFOUTE & RESUSMEDIA & RESRELCOM