Protezione antisismica dagli alberi della gomma della Malaysia
- Comunicato ENEA

[ Vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi e contenuti:
Menu di servizio per contatti e mailing list;
Menu delle aree del sito per la stampa;
Contenuti
Informazioni sul sito

[ Torna inizio pagina ]

[ Torna inizio pagina ]

Sei in: Home contiene Comunicati stampa contiene Protezione antisismica dagli alberi della gomma della Malaysia

COMUNICATI STAMPA

Protezione antisismica dagli alberi della gomma della Malaysia

Il Ministro della Malaysia in visita ai laboratori ENEA per la simulazione dei terremoti - COMUNICATO STAMPA


Il Ministro della Malaysia delle Piantagioni della gomma e dell'Industria, YB Datuk Peter Chin Fah Kui, è giunto a Roma per assistere alle prove di simulazione dei terremoti condotte oggi nei laboratori dell'ENEA della Casaccia con le tavole vibranti, per la verifica delle prestazioni di nuovi dispositivi a base di gomma naturale utilizzati come isolatori sismici.
Tali dispositivi sono stati sviluppati dal Centro Ricerche della Gomma della Malaysia* (che ha sede in Inghilterra), che da oltre dieci anni conduce attività di Ricerca e Sviluppo in collaborazione con l'ENEA sui dispositivi antisismici, nell'ambito di progetti europei.
Si tratta di dispositivi da utilizzare per la protezione di strutture di vario tipo dagli effetti dei terremoti grazie alle caratteristiche di resistenza e flessibilità e durabilità della gomma naturale proveniente dalle piantagioni della Malaysia.

Nuovi dispositivi a base di gomma naturale utilizzati come isolatri sismiciIn Italia ci sono numerosi esempi dell'utilizzo di isolatori di gomma, che per la loro elevata capacità di filtrare le frequenze più dannose delle vibrazioni, vengono utilizzati per la protezione antisismica degli edifici.
Il Centro di Ricerche della Gomma della Malaysia ha recentemente sviluppato nuovi dispositivi antisismici che utilizzano la gomma naturale, analoghi a quelli applicati per la prima volta in una scuola di Fabriano, o come gli isolatori tri-direzionali, impiegati per smorzare vibrazioni sia orizzontali che verticali, che sono stati già installati a protezione di un'antica nave romana in esposizione al Museo Archeologico di Ercolano.
I test condotti nei laboratori dell'ENEA della Casaccia sui nuovi dispositivi in gomma naturale ne hanno confermato le capacità di isolamento. Si tratta di dispositivi in grado di proteggere anche le strutture poste all'interno degli edifici, come apparecchiature sensibili, o per oggetti d'arte di particolare importanza, per i quali si registra una crescente esigenza da parte delle strutture museali per soluzioni tecnologicamente avanzate di isolamento in grado di garantire la massima protezione dalle vibrazioni, soprattutto per quelle orizzontali, che provocano i maggiori danni.
Oltre alla protezione sismica, nel corso della visita sono state definite ulteriori linee di collaborazione tra l'ENEA ed il Centro Ricerche della Gomma della Malaysia per lo sviluppo di quei nuovi materiali speciali, ad alte prestazioni funzionali e strutturali, che uniscono le peculiari caratteristiche della gomma naturale con quelle tipiche delle ceramiche speciali, delle leghe metalliche superelastiche, dei nuovi materiali di sintesi a base polimerica e dei materiali nano strutturali studiati presso i Centri di Ricerca ENEA di Faenza, Portici, Brindisi e Casaccia.

* Tun Abdul Razak Research Centre (TARRC) – Malaysian Rubber Board (MRB): Il Centro è stato fondato negli anni ’30 in Inghilterra a Brickendonbury (vicino Londra) e finanziato dalla Malaysia con i proventi della gomma. Attualmente il governo della Malaysia contribuisce per il 65% al finanziamento del Centro, il restante 35% proviene dai progetti finanziati dalla EU e dal mercato.

Roma, 12 Settembre 2005

[ Torna inizio pagina ]

2002/2008 - Powered by ENEA INFOUTE & RESUSMEDIA & RESRELCOM