La casa intelligente - Ecobuilding ed efficienza energetica degli edifici - Risparmio energetico ed efficienza energetica

[ Vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi e contenuti:
Menu di servizio per contatti e mailing list;
Menu delle aree del sito per la stampa;
Contenuti
Informazioni sul sito

[ Torna inizio pagina ]

[ Torna inizio pagina ]

Sei in: Home contiene Qualche spunto su... contiene Risparmio energetico ed efficienza energetica contiene Ecobuilding ed efficienza energetica degli edifici

QUALCHE SPUNTO SU...

La casa intelligente


È una villetta monofamiliare, ha un piano semi interrato, due fuori terra con copertura piana a lastrico solare, il tutto di colore giallo ocra per un totale di 95 m2.

villetta monofamiliare


Non vi abita nessuno, ma è “vissuto” dai ricercatori ENEA, perché qui ha sede il laboratorio per la nuova casa del futuro, dove tecnologie, comfort ed ecosistema trovano un punto di convergenza grazie all’ENEA.
Il progetto dell’architetto Gaetano Fasano è caratterizzato da un elevato grado di flessibilità nell'utilizzo dei locali, in modo da minimizzare i costi di intervento dovuti alle opere richieste da successive applicazioni per nuove sperimentazioni.
L'edificio ha un’intercapedine ispezionabile, che consente di poter implementare le funzioni secondo le specifiche esigenze di sperimentazione; un cavedio verticale tecnologico che ospita tutti i cablaggi e i passaggi verticali (tubature, canalizzazioni ecc.); un controsoffitto smontabile per fare interventi di manutenzione in tempi molto rapidi e a basso costo; una zona esterna, a porticato, in cui provare diverse soluzioni di bioclimatiche e di vari sistemi solari; il tutto con vetri elettrocromici, che si prevede di sostituire da vetrature di nuova generazione autopulenti. Integrazione è la parola di ordine su cui si basa la "casa intelligente".
Per il collegamento e l'interazione tra i vari apparati, esistono diverse modalità che utilizzano il doppino telefonico, le onde convogliate, le onde radio, i raggi infrarossi, le emissioni laser, con i relativi protocolli. L'ENEA ha utilizzato il sistema EIB (European Installation Bus) che utilizza il protocollo EIBA (European Installation Bus Association).
Il piano terra dell'edificio è stato progettato e predisposto per testare soluzioni e particolari sistemi intelligenti. Un esempio per tutti: appesa ai pensili della cucina c’è una centralina dotata di monitor, che ottimizza i consumi elettrici, gestisce i cicli degli elettrodomestici, avverte della scadenza del contenuto del frigo e suggerisce, attraverso un suo menù o Internet, ricette per la preparazione di piatti. Quanto infine alle applicazione, si spazia dall’illuminazione, ai sistemi di sicurezza, alla citofonia e videocitofonia, all’automazione e controllo delle tapparelle a tutte le apparecchiature domestiche ed alla possibilità di accedere ai tele servizi.
Evidente è poi l'importanza del laboratorio nel verificare materiali, componenti e istallazioni, contribuendo a migliorarne la qualità, l'affidabilità e la compatibilità. Sono allo studio anche numerose sperimentazioni che riguardano le persone anziane o diversamente abili come destinatari privilegiati della casa intelligente.

Per saperne di più:
Domotica a portata di casa - Intervista a Gaetano Fasano

 

[ Torna inizio pagina ]

2002/2008 - Powered by ENEA INFOUTE & RESUSMEDIA & RESRELCOM