Certificati Verdi - Certificati verdi - Risparmio energetico ed efficienza energetica

[ Vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi e contenuti:
Menu di servizio per contatti e mailing list;
Menu delle aree del sito per la stampa;
Contenuti
Informazioni sul sito

[ Torna inizio pagina ]

[ Torna inizio pagina ]


QUALCHE SPUNTO SU...

Certificati Verdi


Cosa sono i Certificati Verdi?
Per Certificati Verdi si intende la certificazione della produzione di energia da fonti rinnovabili.
I Certificati Verdi sono titoli annuali attribuiti all’energia prodotta da fonti rinnovabili in impianti entrati in servizio o ripotenziati a partire dal 1 aprile 1999, che costituiscono un innovativo sistema di incentivazione della produzione di energia rinnovabile, conosciuto anche come decreto Bersani (D.lgs.n. 79/99), che sostituisce il precedente “Cip 6”

Produttori e importatori sono tenuti a immettere ogni anno nel sistema elettrico nazionale una quota di energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili e stabilisce che le fonti rinnovabili hanno la priorità di dispacciamento alla rete elettrica nazionale. Tale quota è pari al 3,05%  di quanto prodotto e/o importato da fonti convenzionali nell'anno precedente eccedente i 100 GWh/anno.

Chi ha diritto ai Certificati Verdi?
Hanno diritto ai Certificati Verdi i produttori o importatori che immettono in rete una quota di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili.
La qualificazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili è necessaria per poter riconoscere successivamente al produttore, a determinate condizioni, una quota di Certificati Verdi proporzionale all'energia prodotta.
Una Commissione di Qualificazione provvede all'esame della domanda e quindi al riconoscimento della qualifica. L'elenco degli impianti qualificati, sia in esercizio che in costruzione, è pubblicato annualmente dal GSE, ed è disponibile nel Bollettino Impianti Qualificati.(FONTE GSE)
Contrariamente a quanto previsto in precedenza, la legge finanziaria 2007 ha abolito la possibilità di qualificare e rilasciare Certificati Verdi agli impianti che utilizzano rifiuti e a quelli che utilizzano combustibili da rifiuti. Sono esclusi gli impianti di questo tipo già autorizzati per i quali sia stata avviata concretamente la realizzazione (cfr. legge del 27/12/06 n. 296 commi 1117 e 1120 let. a).
La stessa legge finanziaria 2007 ha escluso la possibilità di qualificare e rilasciare Certificati Verdi agli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento, agli impianti alimentati a idrogeno ed a celle a combustibile ( cfr. legge del 27/12/06 n. 296 comma 1120 let. g) ).

Quale organismo emette i Certificati Verdi?
I Certificati Verdi sono emessi dal Gestore dei Servizi Elettrici S.p.A. (GSE) a seguito della comunicazione da parte del soggetto produttore di energia da fonte rinnovabile relativa alla quantità di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili nell’anno precedente o alla quantità attesa di produzione nell’anno in corso o nell’anno successivo.

Che cosa è il Mercato dei Certificati Verdi e chi può parteciparvi?
Nel mercato dei Certificati Verdi, la domanda è costituita dall'obbligo per produttori e importatori di immettere annualmente una "quota" di energia prodotta da fonti rinnovabili pari al 2% di quanto prodotto e/o importato da fonti convenzionali nell'anno precedente. A partire dall'anno 2004 e fino al 2006, la quota d'obbligo è incrementata annualmente di 0,35 punti percentuali (art.4 comma 1 del D.Lgs. 387/2003). Gli incrementi della quota minima d'obbligo per il triennio 2007-2009 e 2010-2012 verranno stabiliti con decreti emanati dal Ministero dello Sviluppo Economico.

L'offerta, invece, è rappresentata dai Certificati Verdi emessi a favore degli Operatori con impianti che hanno ottenuto la qualificazione Impianto A Fonti Rinnovabili (IAFR) dal Gestore dei Servizi Elettrici, così come dai Certificati Verdi che il Gestore dei Servizi Elettrici stesso emette a proprio favore a fronte dell'energia prodotta dagli impianti Cip 6. (FONTE GSE)

Il prezzo di riferimento individuato dal Gestore dei Servizi Elettrici per i Certificati Verdi per l'anno 2005 è pari a 108,92 €/MWh ( al netto dell'IVA del 20 %), mentre per l’anno 2006 tale valore è aumentato sensibilmente arrivando a 125,28 €/MWh.

 

[ Torna inizio pagina ]

2002/2008 - Powered by ENEA INFOUTE & RESUSMEDIA & RESRELCOM