Made in Italy il salvataggio dei reperti archeologici del Museo di Bagdad - Tecnologie per i beni culturali

[ Vai direttamente ai contenuti ]

In questa pagina sono disponibili i seguenti servizi e contenuti:
Menu di servizio per contatti e mailing list;
Menu delle aree del sito per la stampa;
Contenuti
Informazioni sul sito

[ Torna inizio pagina ]

[ Torna inizio pagina ]


QUALCHE SPUNTO SU...

Made in Italy il salvataggio dei reperti archeologici del Museo di Bagdad


Le tavolette cuneiformi replicate con le nuove tecnologie di Protipazione
Si chiama "Duplicazione e rinascita" il progetto di catalogazione e salvataggio su supporti informatici dei reperti del Museo di Bagdad.

L'ENEA partecipa al progetto svolgendo attività di catalogazione, ricerca e sviluppo della tecnologia della prototipazione rapida per realizzare repliche delle tavolette cuneiformi originali.
La tecnologia della prototipazione rapida permette di riprodurre modelli di tavolette cuneiformi in una plastica speciale. Le tavolette cuneiformi originali non hanno così bisogno di entrare in contatto con alcuna sostanza, ma vengono sfiorate solo da un fascio di luce, costituito dal raggio laser, che ne rileva i minimi particolari.

Questa tecnologia è ampiamente applicata in campo industriale e medico; in campo industriale viene utilizzata per produrre prototipi di oggetti a basso costo e nel campo medico per ricostruzioni e protesi. Può essere vantaggiosamente impiegata per riprodurre oggetti d’arte.
Con un procedimento chiamato Ingegneria inversa, che utilizza un raggio laser, si ottiene l’acquisizione dell’oggetto che viene trasformato in disegno CAD, a cui si applica la prototipazione rapida, che aggiungendo uno sull’altro strati di materiale termoplastico, permette di ottenere il modello replicato.

La possibilità che la prototipazione rapida offre di realizzare copie "come il suo originale" consente di ricostruire l’intera tavoletta senza spostare e manipolare troppo i frammenti, nel completo rispetto dell’integrità del reperto. Utilizzando il disegno CAD, è possibile, inoltre, elaborare forme inverse della tavoletta per riprodurre come modello non la tavoletta stessa ma il suo inverso, cioè un suo stampo, dal quale poi si possono ricavare calchi di tipo più tradizionale. Applicando la prototipazione rapida sia alle tavolette sia ad oggetti diversi da esse, è possibile anche procedere alla preparazione di contenitori individualizzati per singolo oggetto in caso di trasporto (trasferimenti in altri musei per mostre ed esposizioni) o di messa in sicurezza in magazzini.

Le applicazioni della prototipazione rapida riguardano:

  • la preparazione di repliche di tavolette in materiale plastico, da impiegare come calchi per uso scientifico e didattico;
  • la creazione di database con le immagini CAD 3D delle tavolette, che possono facilmente ruotare ed essere evidenziate e ingrandite in tutte le loro parti;
  • l’utilizzo di immagini CAD 3D con software che consentano un’elaborazione dell’immagine con risorse hardware meno impegnative e di più facile manipolazione;
  • la ricostruzione di tavolette cuneiformi frammentarie, anche quando i frammenti sono custoditi in luoghi diversi. I singoli frammenti vengono scansionati in loco attraverso un’apparecchiatura mobile, successivamente le rispettive immagini CAD vengono elaborate in modo da ricostruire l’immagine originaria.
Il progetto "Duplicazione e Rinascita" è diretto dal Prof. Claudio Saporetti – Laboratorio di Assiriologia, Dipartimento di Scienze Storiche del Mondo Antico - Università degli Studi di Pisa. Sottolinea la ricercatrice ENEA Paola Negri, che con Saporetti collabora: "L’unione di informatica ed archeologia, con la catalogazione a distanza dei reperti contenuti nel Museo di Baghdad, e la messa a punto della riproduzione virtuale di oggetti archeologici consente dunque di tutelare il patrimonio culturale, storico e archeologico dell'Iraq, nonostante l'impossibilità di operare direttamente sul territorio".�

Calco di una tavoletta dell'età medio Babilonese

Fig. 1 - Calco di una tavoletta di età medioBabilonese (1400 a.C.). Il calco è stato sottoposto alle tecniche di ingegneria inversa e prototipazione rapida

Replica della tavoletta in materiale plastico

Fig. 2 - Replica della tavoletta in materiale plastico, da impiegare come calco per uso scientifico e didattico

Immagine di scansioni mirate alla ricostruzione

Fig. 3 - Le scansioni mirate alla ricostruzione della geometria

riallineamento punti di scansione

Fig. 4 - Il riallineamento dei punti di scansione

Dossier: "ENEA e le tecnologie per il patrimonio culturale"

 

[ Torna inizio pagina ]

2002/2008 - Powered by ENEA INFOUTE & RESUSMEDIA & RESRELCOM